cancro allo stomaco

Con circa 19.000 nuove persone colpite ogni anno, il cancro allo stomaco è il quinto negli uomini e il settimo nel cancro tra le donne in Germania. Sebbene il tasso di frequenza e mortalità sia diminuito complessivamente negli ultimi decenni. Ma la prognosi potrebbe ancora essere migliorata se il cancro fosse stato rilevato prima. Tumori maligni dello stomaco si verificano quasi esclusivamente come cancro gastrico originato dal tessuto ghiandolare o mucosa. Soprattutto, sono colpite persone con più di 70 anni e più uomini rispetto alle donne.

Cause del cancro allo stomaco: come si sviluppa il cancro allo stomaco?

Ora ci sono diversi fattori noti che hanno dimostrato di aumentare il rischio di cancro allo stomaco o di sospetto di essere correlato:

  • Le abitudini alimentari hanno un ruolo particolarmente importante, ma le seguenti sono dannose: consumo frequente di cibi piccanti e fortemente salati e fortemente fritti, affumicati o stagionati: i nitrati contenuti nello stomaco vengono convertiti in nitriti da batteri, che producono nitrosammine cancerogene. Eccessivo consumo di nicotina (fumo di tabacco contiene nitriti) e bevande alcoliche (che favoriscono l'infiammazione gastrica prolungata e le ulcere e quindi la degenerazione maligna); soprattutto se allo stesso tempo viene somministrata poca vitamina C.
  • Una colonizzazione dello stomaco con il batterio Helicobacter pylori (converte i nitrati in nitriti), soprattutto se la dieta è pesantemente carnosa: la carne contiene ferro che è vitale per il germe. Un recente studio americano dimostra che la colonizzazione dello stomaco con Helicobacter pylori aumenta la quantità di una specifica proteina infiammatoria (interleuchina-1-beta), che a sua volta aumenta il rischio che le normali cellule gastriche si convertano in cellule tumorali. Quanta interleuchina è formata è probabilmente genetica - il che spiegherebbe perché i germi non portano al cancro in tutte le persone.
  • Inoltre, ci sono alcune malattie gastriche rare e speciali che aumentano anche il rischio: ad esempio alcuni polipi gastrici, la sindrome di Ménétrier (stomaco gigante) o la gastrite autoimmune - una forma di infiammazione gastrica in cui si forma troppo poco acido gastrico, che a sua volta favorisce la colonizzazione dei germi.
  • Probabilmente anche i fattori genetici giocano un ruolo - in alcune regioni e parenti stretti, il cancro allo stomaco è più diffuso (anche se non è così facile differenziare l'influenza ereditaria dalle abitudini alimentari).

Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento