Dalle montagne alle valli - scandole di larice sul tetto

Coprire un tetto con scandole di larice ha le sue origini nella regione alpina. Ad altitudini di oltre mille metri, la conifera in ambienti secchi, ventilati e non ombreggiati offre le migliori condizioni per una lunga conservazione. A causa dei metodi di elaborazione avanzati, si è dimostrata negli strati inferiori.

Caratteristiche e lavorazione L La produzione di scandole di larice è realizzata con piante legnose provenienti da foreste indigene, dalla Siberia e dal Canada. Comune a tutti è il colore bruno-rossastro, una durezza speciale e un'alta percentuale di resina. In passato come oggi, il corretto pre-stoccaggio e l'impregnazione sono fondamentali per la durata.

Le scandole di larice sono offerte divise o segate, con la direzione degli anelli annuali che corre verticalmente dal basso verso l'alto. Le tegole divise sono provviste di una piallatrice con un Abtrag affusolato, che nel gergo è anche noto come pulito. Angesch Il bordo inferiore delle tegole di larice è smussato con un angolo di 45 gradi e le piastre di legno sovrapposte con il bordo inferiore sono montate verso l'interno, il che favorisce il drenaggio dell'acqua e l'insensibilità al vento.

Tipi di lavorazione

Le seguenti misure garantiscono una copertura del tetto o della facciata con una lunga durata e un aspetto attraente.

Con l'impregnazione a pressione della caldaia, che utilizza anche il sale, la copertura a scandole può essere resa più resistente e resistente alla decomposizione.

Il montaggio delle tegole di larice dovrebbe essere il più "arioso" possibile. Le strutture ben ventilate aiutano il legno a seccarsi ancora e ancora.

  • Esempio di prezzo e fonti di approvvigionamento
  • Su imextransholz.de vengono offerti scandole in larice spaccato e salice da € 25 al mq.

Offerta speciale per tegole di larice, i prezzi su richiesta comunicati sono weiss-holzschindeln.com, dk-holzbau.eu, holzschindeln.de e larch shingles.de.

  • Consigli e trucchi Un metodo vecchio e tradizionale per "impregnare" in modo permanente le tegole di larice consiste nel montare un foglio di zinco sulla grondaia. Quando piove, forma l'ossido di zinco, che continua a impregnare le assicelle di larice quando scende.
Condividi con gli amici

Lascia il tuo commento